PELLEGRINAGGIO ARTUSIANO

Giornalisti, cuochi e appassionati in cammino nel nome di Pellegrino Artusi

Pellegrinaggio di otto e di (ri)governo

L’idea era diabolica e sottrarsi era impossibile. Quindi eccoci qua.
Credo di essere stato il terzo, dopo i due “fondatori”, ad aderire. Ma la cosa va aldilà della celebrazione. E anche di una condivisione d’altri tempi per un’esperienza di viaggio che si preannuncia comunque “fondante”: 24 km al giorno (mica pochi!), zaino in spalla, durante la stagione incerta del marzo, con l’approdo alle Porte Sante e le tappe gastronomiche. Chi si ricorda Brancaleone? “Lungo il cammino, ma grande la meta! (Vade retro Satàn, vade retro Satàn…)“.

Un approdo naturale per chi, come me, di mestiere fa da sempre il giornalista-viaggiatore (nonchè mangiatore e bevitore), più di mezzo mondo visitato, parecchi deserti attraversati.
Per me il Pellegrinaggio Artusiano è insomma un vero raid. Un raid dello spirito, innanzitutto. Gli esercizi gastrici durano da un pezzo, quelli fisici latitano, ma in qualche modo ce la faremo.
A rileggerci dunque su questo blog “marciante” e sul mio personale, www.alta-fedelta.info.
Happy trails…

Stefano Tesi


Advertisements

Filed under: Pellegrinaggio 2011, , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Join 4,174 other followers

Ripartiremo da qui

Twitter



%d bloggers like this: